Avv. Giorgio Frus

Prof. Avv. Giorgio Frus
(Patrocinante in Cassazione)

Giorgio Frus
Professore Avvocato

Giorgio Frus è socio fondatore dello studio Frus, nell’aprile 1977 e, il 1° gennaio 2015, dell’associazione professionale Frus e Associati.
Presta attività professionale di consulenza e assistenza stragiudiziale, giudiziale e arbitrale nell’ambito del diritto del lavoro, del diritto civile, del diritto commerciale e del diritto di famiglia. Patrocina dinnanzi alle giurisdizioni di merito e alla Corte di Cassazione.
Nato a Torino nel 1951, si è laureato presso l’Università degli Studi di Torino nel 1975, con la votazione di 110/110 e lode e con una tesi ritenuta degna di stampa, in diritto processuale civile.
E’ stato assistente incaricato di Teoria Generale del Processo dal 1976, ha conseguito il titolo di avvocato nel 1977 e la qualifica di borsista C.N.R. dal 1978. E’ ricercatore di diritto processuale civile nel 1981 e avvocato patrocinante in cassazione dal 1994. Dal 1998 è stato docente del corso di diritto processuale civile II, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Torino, e dal 2006 professore aggregato presso la medesima facoltà. E’ membro del comitato di redazione della rivista Giurisprudenza Italiana.
E’ stato altresì docente nella Scuola di Specializzazione delle Professioni Legali dell’Università di Torino, nella Scuola Forense dell’Ordine degli Avvocati di Torino, nonché membro del relativo comitato scientifico, docente nel Corso Superiore di Formazione in Diritto del Lavoro organizzato dall’Associazione Giuslavoristi Italiani Sezione Piemonte e Valle d’Aosta con il patrocinio dell’Ordine degli avvocati in Torino, docente nel Master in Consulenza del lavoro e gestione delle risorse umane di I livello organizzato dall’Università di Torino.
Relatore in vari convegni, è autore di molteplici pubblicazioni di cui al link Ricerca | IRIS Uni Torino.
E’ membro dell’Associazione italiana fra gli studiosi del processo civile, dell’AGI – Avvocati Giuslavoristi Italiani, del CSDN – Centro Nazionale Studi Diritto del Lavoro Domenico Napolitano
Avvocato del Foro di Torino; italiano e francese.

Bibliografia

I. Trasformazioni e riforme del processo civile, Città di castello, 2015, curato con BESSO, RAMPAZZI, RONCO, 135 ss.

II. Il principio di non contestazione tra innovazioni normative, interpretazioni dottrinali e applicazioni giurisprudenziali, in Riv. trim. dir. proc. civ., 2015, 65 ss.

III. La litispendenza come fattore acceleratorio delle liti sui licenziamenti ex L. n. 92/2012, in Giur. it. 2014, 2183 ss.

IV. Osservazioni sul termine preclusivo per l’onere di contestazione, in Giur. it. 2012, 1859 ss.

V. Un interessante (ma non condivisibile) principio in tema di onere di contestazione specifica, diretto a spezzare in taluni casi la necessaria circolarità tra onere di allegazione e di contestazione, in Giur. it. 2012, 131ss.

VI. Il vizio di ultra ed extra-petizione e l’interpretazione giudiziale della domanda: oscillazioni giurisprudenziali e incertezze operative, determinate (anche) dalla (facilmente evitabile) genericità della motivazione adottata dal giudice di legittimità, in Giur. it. 2011, 1594 ss.

VII. Non contestazione e diritti indisponibili: oscillazioni dottrinali e incertezze giurisprudenziali, in Giur. it. 2011, 619 ss.

VIII. Sul rispetto dell’onere di contestazione anche in caso di incolpevole ignoranza e sugli effetti della mancata contestazione, in Giur. it. 2010, 1668 ss.

IX. Osservazioni su due casi di inutile invocazione del principio di non contestazione da parte dell’attore nei confronti del convenuto contumace, per sopperire alle proprie carenze probatorie, in Giur. it. 2010, 1383 ss.

X. Ante causam, provvedimento cautelare, voce dell’Enciclopedia del diritto Le Garzantine, Milano, 2009, 81 ss.

XI. Sospensione dell’esecuzione, voce dell’Enciclopedia del diritto Le Garzantine, Milano, 2009, 1426

XII. Amministrazione giudiziaria, voce dell’Enciclopedia del diritto Le Garzantine, Milano, 2009, 68
XIII. Opposizione agli atti esecutivi, voce dell’Enciclopedia del diritto Le Garzantine, Milano, 2009, 1032

XIV. Opposizione all’esecuzione, voce dell’Enciclopedia del diritto Le Garzantine, Milano, 2009, 1032

XV. Opposizione di terzo all’esecuzione, voce dell’Enciclopedia del diritto Le Garzantine, Milano, 2009, 1033

XVI. Sulla sanabilità della domanda cautelare ante causam priva dell’indicazione della futura causa di merito e sulla modalità della relativa sanatoria, in Giur. it., 2009, 2490 ss.

XVII. Brevi osservazioni sulla reclamabilità del provvedimento di rigetto di un’istanza di ammissione di una consulenza tecnica preventiva ex art. 696 bis c.p.c., in Giur. it. 2009, 929 ss

XVIII. Sull’affermata competenza della Corte di cassazione a pronunciare sulla domanda cautelare proposta in pendenza del giudizio per cassazione, in Giur. it. 2009, 690 ss.

XIX. Commento all’art. 23, d. lgs. 5 del 2003 in Il nuovo processo civile societario, Bologna, 2008 a cura di Chiarloni, 817 ss.

XX. Sul possibile curioso fenomeno di litispendenza “secundum eventum litis” nei rapporti tra procedimento cautelare e procedimento di merito, in Giur. it. 2008, 2269 ss.

XXI. Osservazioni sulla dubbia utilizzabilità della consulenza tecnica preventiva ai fini della composizione della lite, in relazione a controversia oggetto di clausola compromissoria, in Giur. it. 2008, 2275 ss.

XXII. Osservazioni sul potere sospensivo del giudice dell’opposizione a precetto dopo l’inizio dell’esecuzione forzata, in Giur. it. 2008, 404 ss.

XXIII. Commento all’art. 615 c.p.c., in Le recenti riforme del processo civile, a cura di Chiarloni, Bologna-Roma, 2007, 1056 ss.

XXIV. Commento all’art. 617 c.p.c., in Le recenti riforme del processo civile, a cura di Chiarloni, Bologna-Roma, 2007, 1105 ss.

XXV. Commento all’art. 624 c.p.c., in Le recenti riforme del processo civile, a cura di Chiarloni, Bologna-Roma, 2007, 1139 ss.

XXVI. Commento all’art. 624 bis c.p.c., in Le recenti riforme del processo civile, a cura di Chiarloni, Bologna-Roma, 2007, 1183 ss,

XXVII. Opposizione agli atti esecutivi e prosecuzione del processo esecutivo dopo la pronuncia di un provvedimento ex art. 618 c.p.c. dai dubbi effetti sospensivi: onere di riassunzione ad opera delle parti o compito esclusivo del giudice ? in Giur. it. 2007, 1733 ss.

XXVIII. Osservazioni sull’attuazione di una misura cautelare che condanna il datore di lavoro ad adibire il lavoratore alle mansioni cui egli ha diritto, in Giur. it. 2006, 809 ss.

XXIX. Osservazioni sulla competenza a dichiarare l’inefficacia di un provvedimento cautelare negato dal giudice adito ante causam e concesso dal giudice del reclamo”, in Giur. it. 2005, 797 ss.

XXX. Brevi osservazioni sull’ultrattività dell’elezione di domicilio effettuata con la procura alle liti rilasciata in un procedimento cautelare ante causam, ai fini della notificazione al difensore domiciliatario della citazione relativa al successivo giudizio di merito, in Giur. it., 2003, 52 ss.

XXXI. La reclamabilità del provvedimento che pronuncia sull’istanza di revoca del sequestro conservativo ex art. 684 c.p.c.: oscillazioni giurisprudenziali e aspetti problematici, in Giur. it., 2003, 920 ss.

XXXII. L’azione di rilascio dell’immobile detenuto sine titulo, tra difficoltà di qualificazione da parte del giudice di merito e dubbi sulla sindacabilità di tale qualificazione in sede di legittimità, in Giur. it., 2002, 735 ss.

XXXIII. Su di un caso di ritenuta immotivata (e inconsapevole?) ammissibilità di un ricorso per saltum proposto nei confronti di una sentenza già appellata, in Giur. it., 2001, 1398 ss.

XXXIV. Procedimento dichiarativo di inefficacia di misura cautelare e principio del contraddittorio: note su di un decreto di fissazione d’udienza ampiamente motivato, per evitare la prosecuzione di un procedimento dall’esito scontato, in Giur. it., 2001, 2076 ss.

XXXV. Il ricorso per cassazione c.d. per saltum: istituto inutile o da riscoprire?, in Riv. trim. dir. e proc. civ., 2000, 151 ss.

XXXVI. Sull’inammissibile domanda di un sequestro conservativo a cautela del diritto all’adempimento di un contratto preliminare di compravendita immobiliare, in Giur. it., 2000, 2078 ss.

XXXVII. Riflessioni sul petitum cautelare, tra rispetto del principio di corrispondenza tra il chiesto e il pronunciato e potere discrezionale del giudice, in Giur. it., 1998, 197 ss.

XXXVIII. Procedimento di repressione della condotta antisindacale e reclamo cautelare ex art. 669 terdecies c.p.c.: un nuovo tentativo di applicazione della disciplina del procedimento cautelare uniforme oltre i confini del codice di procedura civile, in Giur. it., 1998, 73 ss.

XXXIX. Casi e questioni di diritto processuale civile (a cura di Chiarloni e rampazzi), Milano, 1998, 196 ss.; 201 ss.; 214 ss.; 224 ss.

XL. Su alcuni problemi relativi alla tempestiva, ma invalida, instaurazione del giudizio di merito, successivamente all’ottenimento di una misura cautelare ante-causam, in Giur. it., 1996, I, 2, 669 ss.

XLI. Decorrenza del termine per proporre il reclamo cautelare, in Nuova giur. civ., 1995, I, 1084 ss.

XLII. Pendenza della lite, tutela cautelare e procedimento monitorio, in Riv. trim. dir. e proc. civ., 1995, 557 ss.

XLIII. Sull’omessa o intempestiva notifica del decreto concessivo della misura cautelare, in Giur. it., 1995, I, 2, 105 ss.

XLIV. Sul termine di proponibilità del reclamo incidentale in caso di mancata notificazione del provvedimento cautelare, in Giur. it., 1995, I, 2, 661 ss.

XLV. Sulla reclamabilità del decreto di rigetto della domanda cautelare, in Giur. it., 1995, I, 2, 577 ss.

XLVI. Sull’integrazione del contraddittorio nella fase di reclamo del giudizio cautelare, in Giur. it., 1994, I, 2, 447 ss.

XLVII. Nuovo procedimento possessorio: un caso singolare di accoglimento di un reclamo di dubbia ammissibilità, in Giur. it., 1994, I, 2, 180 ss.

XLVIII. Prime estensioni del procedimento cautelare uniforme a provvedimenti cautelari disciplinati dal codice civile, in Giur. it., 1994, I, 2, 139 ss.

XLIX. Sul difetto di giurisdizione del giudice ordinario in ordine alla domanda cautelare proposta ante causam, se il merito è devoluto alla cognizione del giudice amministrativo, e sulla dubbia costituzionalità degli effetti di questa scelta interpretativa, in Giur. it., 1994, I, 2, 849 ss.

L. Le condizioni di applicabilità del nuovo procedimento cautelare uniforme previste dall’art. 669-quaterdecies c.p.c., in Giur. it., 1992, IV, 278 ss.

LI. Commento all’art. 74 L.353/90, Provvedimenti cautelari, in Le riforme del processo civile a cura di Chiarloni, Bologna-Roma 1992, 603 ss.

LII. Commento all’art. 669 bis c.p.c., Forma della domanda, in Le riforme del processo civile a cura di Chiarloni, Bologna-Roma 1992, 607 ss.

LIII. Commento all’art. 669 ter c.p.c., Competenza anteriore alla causa, in Le riforme del processo civile a cura di Chiarloni, Bologna-Roma 1992, 619 ss.

LIV. Commento all’art. 669 quater c.p.c., Competenza in corso di causa, in Le riforme del processo civile a cura di Chiarloni, Bologna-Roma 1992, 629 ss.